Venerdi 17 08 2018 - Aggiornato alle 05:13

Il momento conclusivo della Fiera delle Associazioni 2016 con Rita Borsellino
Porto Empediocle OltreVigata già al lavoro per la Fiera delle Associazioni 2017

Il presidente dell’associazione empedoclina, Danilo Verruso, traccia il bilancio di un anno di attività. "Lavoriamo a nuove iniziative e al tempo stesso riflettiamo su come migliorare l'offerta culturale e sociale della Fiera", dice

- 23/06/2016

La Fiera delle associazioni del mese scorso ha chiuso un anno di attività per i ragazzi dell’associazione OltreVigata. Al presidente dell’associazione, Danilo Verruso, abbiamo chiesto di tracciare un bilancio.

“È stato un anno bellissimo fra i più proficui dell'associazione malgrado la crisi economica e le pessime notizie che arrivano dal Comune. Abbiamo organizzato due manifestazioni di grande successo e spessore, la Lotteria Empedoclina prima e la 5^ Fiera delle Associazioni "un libro alla volta" dopo. Quest'anno abbiamo avuto il piacere di ospitare la dottoressa Rita Borsellino. È stato un incontro irripetibile per il nostro paese è che ci ha riempito il cuore di grande speranza. Ogni anno riusciamo ad arricchire le nostre iniziative garantendo una continua e crescente qualità".

Porto Empedocle è preda di una grave crisi economica. Si può continuare a fare attività culturale senza aiuti istituzionali?

“Lo abbiamo già fatto quest'anno anche se per ovviare alla mancanza di contributi pubblici abbiamo dovuto attingere pesantemente ai risparmi che faticosamente e con grossi sacrifici abbiamo messo da parte in cinque anni di attività. Ci siamo riusciti grazie all'aiuto di oltre trenta commercianti che ci hanno offerto i doni per la Lotteria. Noi ci crediamo! Serve spirito di comunità e di appartenenza al proprio paese, senso del dovere, fantasia, entusiasmo e tanta passione”.

Avete la percezione che il vostro lavoro riesca a incidere sul tessuto sociale?

“Abbiamo scelto la strada più difficile e più lunga ma quella, a mio avviso, più concreta e duratura. Bisogna insistere e molti risultati si vedranno più avanti ma intanto mettere insieme oltre trenta imprenditori attorno ad una idea, a delle attività, che abbiano lo scopo di rilanciare il paese sotto il profilo culturale e sociale non è poco. Con i concorsi "Inventa una fiaba", "Percorsi di Inchiostro" e "Un mare di scatti" cerchiamo di avvicinare i bambini e la gente alla letteratura, alla storia e alla conoscenza dei luoghi della nostra memoria. Attività che hanno registrato una grossa partecipazione e che ci stimolano a far sempre meglio. Stiamo già lavorando a nuove iniziative. Mi preme però sottolineare che attingendo ai fondi ricavati con la vendita dei biglietti della lotteria siamo riusciti a dare un contributo di ben 500 euro all'associazione dei Volontari di strada che li userà per aiutare i bisognosi. Insomma, non pesiamo sulle casse pubbliche e riusciamo ad aiutare altre associazioni”.

Cosa dobbiamo aspettarci da OltreVigata nel prossimo anno?

“Il nostro obiettivo è quello di far diventare la Fiera delle Associazioni un appuntamento immancabile per tutti gli appassionati di letteratura. Manifestazioni come queste in altre parti d'Italia come Genova, Mantova, Torino e Palermo sono l'occasione di importantissimi confronti culturali ma anche delle vere e proprie opportunità di carattere economico. Come già detto stiamo lavorando a nuove iniziative e al tempo stesso riflettiamo su come migliorare l'offerta culturale e sociale della Fiera. OltreVigata ha tutte le carte in regola per far bene e sempre meglio”.

 

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione