Venerdi 17 08 2018 - Aggiornato alle 05:11

porto_empedocle
A Vigàta Vicini di casa di Camilleri? Ecco come si può

Chi non sognerebbe di diventare vicino di casa del proprio scrittore preferito? Per gli appassionati estimatori di Camilleri, il sogno può davvero diventare realtà

di Dario La Mendola - 01/11/2014

Chi non sognerebbe di diventare vicino di casa del proprio scrittore preferito? Per esempio a Edimburgo, per vivere e indagare vicende misteriose, quelle hanno ispirato il grande Sir Arthur Conan Doyle; o nella fredda Mosca, per sentire sulla pelle le gelide contraddizioni esistenziali narrate dal mastodontico Fëdor Michajlovič Dostoevskij; o magari a Besançon, per toccare con mano i drammi sociali con l’occhio romantico dell’acuto Victor-Marie Hugo? E sì, magari!

Per chi si abbandona alle pagine degli scrittori, trasformando le storie raccontate su carta in sogni diurni, durante solitarie letture, scambiando, anche per un attimo, il posto con il protagonista del libro, ridendo e piangendo con lui, provando le sue emozioni, vagando per gli infiniti sentieri della fantasia, sarebbe un bell’affare.

Eppure, per chi volesse, l’affare può farlo davvero. E non in Regno Unito, in Russia o in Francia. Ma qui, proprio qui, a Porto Empedocle.

Un annuncio sul web, infatti, informa che, per “veri amatori”, da oggi è possibile diventare vicini di casa dello scrittore di gialli più importante del panorama letterario italiano e non: Andrea Camilleri.

È in vendita, informano gli agenti immobiliari, in via Roma, a soli “10 metri dall’abitazione” del creatore del commissario Montalbano, un lussuoso appartamento in stile liberty, che fu di proprietà “dell'industriale Giovanni Melluso, vice console di Danimarca”.

Nei dettagli, l’appartamento in vendita a Vigata si trova al secondo piano dell’omonimo palazzo, ed è composto da due ingressi differenti, per un totale di oltre 250 metri quadri di superficie calpestabile, articolati in “svariati saloni e camere da letto affrescate con impareggiabile fattura”, frutto di un restauro conservativo.

Per gli appassionati bibliofili, e accaniti lettori di Camilleri, ecco un sogno che può diventare realtà.

 

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione