Venerdi 25 05 2018 - Aggiornato alle 18:50

1971, i giorni dell'alluvione a Porto Empedocle - foto di Nino Allegro
Fino al 1 aprile Torre Carlo V, in mostra le foto dell'alluvione del 1971

La Torre Carlo V di Porto Empedocle ospita la mostra, con foto di Alfonso Verruso e Nino Allegro, promossa dall’associazione culturale Oltre Vigata

- 11/02/2017

Dall'11 febbraio la Torre Carlo V di Porto Empedocle ospita la mostra fotografica “I giorni dell’alluvione” promossa dall’associazione culturale Oltre Vigata.

Verranno esposte foto di Alfonso Verruso e Nino Allegro e alcune pagine originali del Giornale di Sicilia con i reportage scritti da Alfonso Verruso sulla disastrosa alluvione che colpì con inaudita violenza Porto Empedocle il 27 settembre del 1971.

All’inaugurazione, moderata da Danilo Verruso, parteciperanno il sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina, il presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento Piero Fiaccabrino, il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Agrigento Domenico Armenio ed il presidente dell’Inarsind Agrigento Luca Fiaccabrino.

Il racconto delle drammatiche vicende del 1971 toccherà a Filippo Carmina, all’epoca corrispondente locale del quotidiano La Sicilia, mentre ad Alberto Todaro sarà affidato il compito di far rivivere ansie, preoccupazioni e terrore attraverso la rievocazione di una esperienza personale.

Dell’impatto sul territorio discuteranno anche Claudia Casa, direttore di Legambiente Sicilia e Maurizio Costa, direttore del Dipartimento servizio Sicilia sud occidentale della Protezione Civile.

Con la mostra “I giorni dell’alluvione” prosegue l’attività della associazione Oltre VIgata dopo il grande successo riscosso dalla mostra fotografica “Arti e mestieri”, organizzata in collaborazione con l’associazione Tempi e diaframmi, che ha fatto da fulcro anche ad una serie di eventi collaterali come concerti musicali e persino un torneo di burraco.

“Con la riproposizione di questa mostra a sette anni dalla prima edizione - dice il presidente di Oltre Vigata, Danilo Verruso - vogliamo come sempre richiamare l’attenzione sul nostro passato, ed in particolare questa volta sui danni provocati dalle manifestazioni atmosferiche e su come questi possano essere amplificati dal mancato rispetto del territorio. Con la mostra avviamo la nostra attività del 2017 che prevede ad aprile la terza edizione della lotteria empedoclina ed a maggio la sesta edizione del nostro fiore all’occhiello, la Fiera delle Associazioni  “Un libro alla volta”.

La mostra sarà visitabile fino al prossimo primo aprile. 

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione